Home   Contatto   Dove siamo   Ricerca   Mappa del sito
   FONDAZIONE    STORIA    CIRCUITO ZECCHE
    MUSEO     BIBLIOTECA     DIDATTICA     EVENTI     MOSTRE     LINKS     SHOP ON-LINE
Cavallotto di Massa di Lunigiana

Nel 1571 Massimiliano II concesse il privilegio di battere moneta a Guglielmo I Malaspina e Francesco Guglielmo Malaspina, Marchese di Tresana fece battere questi nominali “Cavallotti” fin dal 1574. Essi non rispecchiavano in pieno le condizioni per ogni moneta che uscisse dalla zecca (“bona, proba, sincera et justi ponderis”), tuttavia avevano un titolo di circa 416 millesimi e venivano equiparate nel valore a 5 soldi di Parma, di Modena o di Firenze.