Ricerca RICERCA PRODOTTI
- Vetrina
- Come acquistare
- Privacy
- Contatti negozio
Vai al carrello
IL CARRELLO E' VUOTO
- 1 - Monete
- 2 - Medaglie
- 3 - Arte Orafa
- 4 - Sfragistica
- 5 - Tessere e Gettoni
- 6 - Profumi
- CD musica / Film documentari

Shop on-line - Scheda prodotto

1 - Monete > 1 - Monete Longobarde
Tremisse di Carlo Magno

Trovato nella tomba di San Pietro.

Questo Tremisse coniato dalla Zecca di Lucca intorno al 773 è stato trovato nella tomba di San Pietro insieme ad altre duemila monete durante i lavori iniziati dal 1939 al 1949 nell’intento di ritrovare le ossa del Santo. Di queste duemila monete l’unica d’oro è questa a nome di Carlo Magno, perciò possiamo avere la certezza che, fu lo stesso Carlo Magno a portarla a Roma passando per Lucca. l'occasione fu il battesimo di suo figlio Carlomanno (Pipino) ad opera di Papa Adriano I. Tecnicamente questo Tremisse si differenzia per la bontà e il peso dell’oro che risulta di qualità e quantità superiore a tutti gli stellati prodotti dalle altre zecche longobarde. Dobbiamo far presente che la circolazione monetaria nell’Italia dell’epoca aveva carattere spiccatamente regionale, precisando quella tendenza alla territorialità della moneta, che sarà la regola nel medioevo.

Quosto Temisse particolare è prodotto in numero limitato in esclusiva per

Omnia Arte

 

Misure: diametro mm. 16
Peso: 0,00 Kg
Periodo: Secolo VIII
Materiale: Oro 750/1000
Richiedi informazioni per Tremisse di Carlo Magno
Torna all'elenco
Altri prodotti correlati
Tremisse di Carlo Magno
Tremisse di Carlo Magno
Primo tipo La mancanza di una legislazione fu la prima causa per cui i Longobardi non coniarono subito moneta propria. È con l'Editto di Rotari, il più importante documento giuridico dell'epoca longobarda che inizia un vero e proprio ordinamento legale. -"Se qualcuno contrassegna... (scheda)
€ 150,00
Tremisse di Carlo Magno - ORDINE MINIMO 100 PEZZI per questa versione
Tremisse di Carlo Magno - ORDINE MINIMO 100 PEZZI per questa versione "scolastica".
Primo tipo La mancanza di una legislazione fu la prima causa per cui i Longobardi non coniarono subito moneta propria. È con l'Editto di Rotari, il più importante documento giuridico dell'epoca longobarda che inizia un vero e proprio ordinamento legale. -"Se qualcuno contrassegna... (scheda)
€ 0,00